Velvet Czarina: un 50s’ revival cocktail by Leonardo Cappiello

Velvet Czarina: un 50s’ revival cocktail by Leonardo Cappiello

Czarina è un cocktail nato a metà degli anni ’50, durante il periodo della Guerra fredda, e rappresenta una sorta di precursore del bere miscelato a base vodka in America. Ecco come Leonardo Cappiello, artist barman, lo ha rivisitato:

Czarina è il titolo nobiliare che veniva dato alle principesse russe e si dice che il suo creatore fu ispirato ad un film di quel periodo con protagonista Ingrid Bergman.
Il film narra di una principessa che scampa all’eccidio della nobiltà russa durante il 1918.
Czarina in quel periodo ebbe un notevole successo e la sua consacrazione arrivò nel 1961 quando l’IBA lo codificò tra i cocktail internazionali.
Il suo successo fu tale da diventare il pre-dinner preferito e più bevuto da James  Dean.
Esso è composto da vodka, apricot brandy, vermouth dry e angostura bitter.
La mia rivisitazione prevede di aromatizzare il ghiaccio con Tio Pepe (sherry secco spagnolo).
Dopo di che aggiungere bitter di liquirizia, apricot brandy e vodka in un mixing glass.
Miscelare delicatamente e versare in un bicchiere da cocktail precedentemente raffreddato.
La particolarità di questa mia rivisitazione sta nel creare un velluto di vaniglia che viene poi adagiato sul cocktail.
Il velluto viene preparato addizionando al liquore di vaniglia del sucro.
Il cocktail si presenta molto aromatico e l’incontro tra vaniglia, apricot brandy e liquirizia lo rendono unico, con una giusta nota alcoolica data dalla vodka.
Testo e foto di Leonardo Cappiello
Scopri Leonardo, the artisti barman di OraZero, cliccando qui
Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti