Spring Muffins with Bacon & Ceddar

Spring Muffins with Bacon & Ceddar

Aria di primavera e voglia di pic-nic all’aperto? Ecco la ricetta per dei deliziosi muffins salati da portare nel cestino suggerita da Alessandra Rovetta:

“I wandered lonely as a cloud
That floats on high o’er vales and hills,
When all at once I saw a crowd,
A host, of golden daffodils;
Beside the lake, beneath the trees,
Fluttering and dancing in the breeze.
[…]For oft, when on my couch I lie
In vacant or in pensive mood,
They flash upon that inward eye
Which is the bliss of solitude;
And then my heart with pleasure fills,
And dances with the daffodils.” 
William Wordsworth

Aria di Primavera & Comfort Food

La primavera è alle porte: la senti nell’aria. Anzi… è già arrivata! Di soppiatto, gioca prima a nascondino e poi all’improvviso esplode nei cortili, lungo i viali, negli angoli nascosti. E se in inverno il rintanarsi in casa, per sfornare ogni sorta di comfort food, diventa un piacevole pretesto per scaldarsi a dismisura, non solo avvolgendosi con coperte sferruzzate dalle mani nodose delle nostre nonne, la primavera incita ad altrettanti giochi ai fuochi per deliziare noi e amabili compagnie in improvvisati picnic o semplici pause pranzo open air. E la propria magione, grande o piccola che sia, attrezzata all’inverosimile o dotata dei soli attrezzi basic, diventa rifugio e palcoscenico in cui trova appetito ogni desiderio di relax e quella improvvisa voglia di  sperimentare nuovi piatti e sapori.

E tra le mie quattro mura non mancano di certo le sfornate di muffins il cui profumo – dolce o salato, indistintamente – inebria gli spazi, scatenando un intenso flusso di immaginazione e scenari che coccolano lo spirito e il fisico stanchi dopo una settimana frenetica, ma sempre pimpanti e propensi ad accogliere novità e nuovi stimoli. Soprattutto se i pensieri naufragano in distese di giunchiglie giallo limone, campi a perdita d’occhio ondulati e spettinati dal vento. Un’immagine ben descritta dai versi di William Wordsworth che, se fosse ancora qui fra noi, mi diverte pensare approverebbe questi deliziosi muffins al bacon e cheddar

Allungo la mano e mi lascio deliziare da queste soffici magie, perfetti per un brunch, un aperitivo, un picnic. Ovviamente non potrà mancare una fumante tazza di tè: come perfect pairing ho lasciato in infusione del Lapsang Souchong, la cui smokiness va a braccetto con quella del bacon, tenendo altrettanto testa al gusto deciso di questo formaggio inglese.

 

Spring Muffins, di Alessandra Rovetta

Ed ecco qui la ricetta: semplice, veloce e di paradisiaca bontà:

 

Ingredienti per 12-15 muffin:

 

-         8 fette di bacon oppure 130 gr di pancetta affumicata a cubetti

-         200 gr di farina

-         50 gr di farina di mais

-         4 cucchiai di erba cipollina tritata

-         150 gr di formaggio Cheddar* grattuggiato

-         1 cucchiaino di sale

-         2 cucchiaini di lievito in polvere

-         mezzo cucchiaino di bicarbonato di soda

-         2 cucchiai di zucchero

-         2 uova

-         100 gr di burro sciolto

-         120 ml di latte

-         un vasetto di yogurt bianco magro

 

*un formaggio a pasta dura come il Gruyère (groviera) può essere una valida alternativa.

 Procedimento:

  1. Riscaldate il forno a 200 C°.
  1. Friggete le fette di bacon in una padella calda finché saranno ben dorate e croccanti. Scolatele e tagliatele a pezzetti, mettetele poi da parte.
  1. In una ciotola unite gli ingredienti secchi: le farine, le erbe, il formaggio, lo zucchero, il lievito, il bicarbonato e il sale.
  2. Sciogliete il burro in un tegame a fuoco lento. Una volta fuso e raffreddato unitelo in un’altra ciotola con le uova, il latte, lo yogurt e il bacon.
  3. Incorporate delicatamente il composto con le uova agli ingredienti secchi finché sono appena amalgamati. Non mescolate troppo.
  4. Aiutandovi con due cucchiai dividete l’impasto nei pirottini posizionati nella teglia per i muffin; riempite per circa 2/3 in modo da lasciare spazio per la lievitazione. Infornate per 18-20 minuti o finché son ben dorati.

 

Parole e immagine di Alessandra Rovetta

 

 

 

Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti