Shop Saman: il primo concept store no profit a Milano

Shop Saman: il primo concept store no profit a Milano

OraZero sta andando a caccia degli ultimi regalini artistici per Natale…oggi si è imbattuto in un vero e proprio “Bestiario Fantastico”: il magico mondo dello Shop Saman. Where and What? Ve lo sveliamo subito:

Shop Saman: la prima galleria di ceramica no profit a Milano

Vi introduciamo nel mondo di Shop Saman: il concept store no profit dell’Associazione Saman in via Galvano Fiamma, 5 a Milano. Il progetto Shop Saman nasce nel 2010 con l’idea di dare un nuovo volto al no profit, disancorandolo dalla dimensione di marginalità che da sempre lo caratterizza.

Susanna Brandolino, art director di Shop Saman proveniente dal mondo dell’editoria fashion e design, con un passato da stylist, per Shop Saman disegna anche collezioni di capi sartoriali in cashmere italiani abbinati a tessuti africani, in piena sintonia con le attività umanitarie dell’Associazione Saman in Africa.

Nell’aprile 2011 Saman invita quattro artiste a tenere un workshop nel laboratorio di ceramica della comunità terapeutica Saman Villa Cilla di Sant’Alberto di Ravenna, in quest’occasione le persone ospiti della comunità, che stanno seguendo un percorso di recupero per problemi di dipendenze, lavorano insieme alle artiste Florence Boudet, Kyoko Dufaux, Nina Fuga e Paula Juchem.

Kyoko Dufaux

A seguito di questo workshop, Shop Saman propone, nell’ambito del Fuori Salone, per la prima volta una mostra dedicata alla ceramica “Ceramica Racconti Illustrati” in cui presenta sia i lavori sviluppati dalle quattro artiste, sia la sua prima collezione di ceramiche da tavola.

Negli anni successivi il progetto di ceramica Shop Saman si amplia e coinvolge sempre più artisti, sempre in occasione del Fuori Salone, nel 2012 vengono introdotte con “Design Soft” le prime collezioni di piastrelle disegnate da diversi designers per Shop Saman, e nel 2013 con “Ceramica e Gioco” appare chiaro ormai il binomio che si è instaurato tra le collezioni di ceramiche per la tavola di produzione Shop Saman e le opere degli artisti ospiti, ormai numerosi.

Shop Saman, cercamiche by Barro

Ultima in ordine cronologico è “Immaginario Mediterraneo” del Fuori Salone 2014 dove, sempre accanto ai lavori degli artisti, Shop Saman presenta una collezione di ceramiche ispirate alle forme e alle tinte del Mediterraneo.

Nello spazio di Shop Saman ancora oggi, infatti, le ceramiche firmate da artisti si mescolano con i  manufatti realizzati nella comunità terapeutica Saman di Ravenna.

La sensazione è dunque quella di essere in un ambiente artisticamente neutro, dove si è totalmente liberi di apprezzare le forme artistiche della ceramica nella loro pura essenza. I visitatori possono poi addentrarsi negli spazi di Shop Saman, toccare con mano i vari manufatti, e riconoscere autonomamente una firma o luogo di provenienza della ceramica piuttosto che una tecnica particolare.

Si viene a contatto con ceramiche che hanno dato un pregio alla produzione italiana come quelle della Faentina Bottega Vignoli, oppure con giochi pop-revival anni ’60 realizzati dalla ceramista Fosca Boggi, anche lei Faentina, fino a toccare con mano degli autentici pezzi in Raku  del ceramista Vietrese Lucio Liguori.

Shop Saman

Ecco dunque il segreto della magia di Shop Saman, dove il progetto di sostenere i temi sociali si mescola con l’attività di recupero delle tradizioni ceramiste italiane.

Tutto questo e molto altro ancora nel suggestivo spazio Shop Saman…

Cogliamo l’occasione per suggerirvi il “Bestiario Fantastico” – by Shop Saman Xmas Edition per le vostre idee regalo natalizie.

Shop Saman vi aspetta fino al 24 dicembre – aperto tutti i giorni con orario continuato, dalle 10 alle 19 ricordando che tutti i ricavati di Shop Saman sono destinati a progetti dell’Associazione Saman a sostegno di donne vittime di violenza e donne in difficoltà, non dimenticatelo.

Shop Saman, by Kyoko Dufaux

Per visualizzare il sito Shop Samn cliccate qui

Articolo di Elisa Da Rin Puppel in collaborazione con Shop Saman Milano

Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti