Il sapore del sorriso di Teresa

Il sapore del sorriso di Teresa

Ho assaporato un gusto straordinario. Il sapore dell’insalata di Teresa. Proverò a descriverlo e condividerlo.

È accaduto un giorno in cui il mio lavoro mi ha portato in una città colpita da un recente terremoto nel Nord Italia. Il mio obbiettivo era di aiutare e sostenere delle persone amiche che vivono dei momenti di profonda difficoltà.

Ho incontrato Teresa e le altre in tarda mattinata presso l’ospedale semidistrutto dove lavorano. Subito Teresa mi ha salutato con tre baci sulle guance (baciarsi le guance due o tre volte è una bella2buona abitudine non solo italiana). Dopo mi ha raccontato le difficoltà in cui si trovano a vivere ed a lavorare nelle città colpite dal terremoto.

Le tante storie meriterebbero di essere tutte raccontate ma Teresa è riuscita con poche parole a racchiuderle e trasmettermi la sensazione della sofferenza che stava vivendo.

Teresa mi ha invitato a pranzo e, anche se non avevo molto appetito, ho accettato; avrei voluto portarla in un bar, in un ristorante ma niente, tutto chiuso, tutto ferito; siamo andati insieme nella mensa dell’ospedale: la mensa dell’ospedale era costituita da una grossa tenda (nel parcheggio) che ospitava alcuni grossi tavoli e cibo preparato altrove.

Crack in the wall, cradits by Gianluca Cirillo

Non avendo molto appetito, ho scelto un’insalata con una piccola mozzarella. Non aveva alcun condimento e io non ho aggiunto niente di più, non sale, non olio, non pepe. Durante il pranzo Teresa ha continuato a parlare della difficile situazione ma lo ha fatto sorridendo, mi ha confidato che era felice della mia visita e dell’aiuto che potevo offrire.

Ogni boccone dell’insalata che stavo mangiando prendeva sempre più il sapore del sorriso di Teresa, della sua gioia e della sua sofferenza. Teresa mi ha offerto il condimento per la mia insalata ed io ho sorriso.

Nella mia mente ho ringraziato tutte le Teresa del mondo che soffrono per continuare a sorridere ancora e per far sorridere una volta di più.

Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.