La Musa Meret Oppenheim ispira Berlino

La Musa Meret Oppenheim ispira Berlino

A cento anni dalla sua nascita OraZero vi accompagna alla scoperta di un’artista che ha fatto dell’anticonformismo la sua bandiera attraverso la cornice dei begli spazi della Martin-Gropius-Bau: Meret Oppenheim.

La mostra: “Hypothesis of another form of existence”.

Dal 16/8 al 1/12 il Martin-Gropius-Bau di Berlino dedica un’importante retrospettiva a quella che è forse stata una delle artiste più influenti e rappresentative del secolo appena trascorso: Meret Oppenheim.

Chi è Meret Oppenheim?

Musa dei Surrealisti, modella per Man Ray per il quale posò nuda (e siamo nel 1933), femminista ante-litteram, propugnatrice dell’androgino  nell’arte e nella vita (“sexuality was never my problem”) ma soprattutto una donna che ha saputo utilizzare il suo genio con umorismo e intelligenza, giocando con i materiali e gli oggetti di uso comune per trasfigurarli e mostrarli ai nostri occhi in una luce diversa, in una sorta di mascheramento e di svelamento di una differente realtà.

Se amate l’arte del`900 e avete in mente di recarvi a Berlino questo è un appuntamento da non perdere!

Per maggiori info clicca qui.

Articolo e foto di Maurizio Cavallo.

Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.