Just Barman? No, Artist Barman!

Just Barman? No, Artist Barman!

Barman o Artista? Leonardo Cappiello non è un semplice barman, ma la sua creatività, ispirazione e intraprendenza nel rivisitare cocktails del passato trasformandoli in vere e proprie sculture artistiche lo porta ad incarnare la figura di “Artist barman”. Ecco come si presenta Leonardo, svelandoci poi gli ingredienti segreti di una delle sue creazioni.

Mi chiamo Leonardo Cappiello e sono nel settore food & beverage da ormai 15 anni svolgendo la mia attività con passione e dedizione.
Ho iniziato la mia carriera quasi per gioco, giusto per avere delle piccole entrate visto che in quel periodo ero studente.
Ma questo mondo ha avuto un’influenza particolare su di me, facendomi abbandonare gli studi (universitari) per dedicarmi a tempo pieno a questa attività.
E’ nata così in me una passione che mi porta costantemente ad aggiornarmi ed a seguire corsi di formazioni.
Durante il mio percorso lavorativo ho svolto numerose attività tra le quali gare ed incontri con aziende leader del settore beverage.
Attualmente sono impegnato presso il Just Cavalli di Milano e a breve spero di poter partecipare a 2 gare nazionali molto importanti.
Leonardo Cappiello

La mia passione trasformata in arte: The Aviation in Rose

Il drink che vi propongo oggi è una rivisitazione di un cocktail che veniva preparato intorno al 1916.
Il nome originale è The Aviation, preparato con gin london dry, maraschino liquore, crema di violetta e succo di limone.

L’ispirazione artistica

Si dice che sia stato inventato in un circolo ufficiali durante la prima guerra mondiale e che sia diventato una sorta di rituale tra i piloti inglesi che brindavano alla dipartita dei propri compagni durante le battaglie.
Un’altra versione dice invece che sia stato inventato da Hugo Ensslin dedicandolo ai pionieri dell’aviazione.

Il tocco d’artista

Io l’ho rivisitato lasciando invariate le componenti alcooliche e sostituendo il succo di limone con del succo di pompelmo rosa e la crema di violetta con una marmellata di petali di rosa aggiungendo dell’albume d’uovo pastorizzato e delle gocce di angostura.
Mi sono ispirato ad un tipo di aviazione particolare, un’ aviazione lussuosa, in quanto a quei tempi volare era un privilegio per pochi; ed è qui che dobbiamo immaginare pochi posti a sedere, bicchieri di cristallo, donne e uomini eleganti che sorseggiano questo cocktail liberando i propri sogni, le proprie aspettative, le proprie passioni.
Il cocktail si presenta deciso, aromatico e vellutato.
La marmellata di petali di rosa dona un tocco floreale che fa molto piacere al pubblico femminile, in quanto secondo me la rosa è il fiore che più rappresenta la donna.
Il drink l’ho battezzato The Aviation in rose e viene servito con un’aria di mandarino. Eccovi in esclusiva gli ingredienti segreti:
Gin london dry
Maraschino
Succo di pompelmo rosa
Angostura
Bianco d’uovo pastorizzato
Marmellata di petali di rosa
Aria di mandarino.

L’opera finita, pronta alla degustazione:

The aviation rose, cocktail di Leonardo Cappiello
Per assaggiarlo vi consiglio di venirmi a trovare al Just Cavalli di Milano, un’opera d’arte così è pressoché inimitabile…parola d’artista! Ah!
Seguite lo Speciale Gusto di OraZero per scoprire altri Art cocktails by Leonardo Cappiello, al prossimo venerdì!
Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.