Face to Face con Sara Melotti

Face to Face con Sara Melotti

Ci siamo trovati faccia a faccia con Sara Melotti: Sara è davvero bella! A tal punto da sembrare una modella, dai tratti italiani ma avvolta da un’aurea straniera. Bellezza, Moda e l’Arte che si cela nelle cose semplici come i video musicali e i film sono i soggetti del suo modo di ritrarre il mondo. Ecco come la giovane fotografa, e modella stessa di alcuni suoi scatti, ci svela il segreto di questa sua visione del mondo:

Partiamo da te: sei nata in Italia e cresciuta a Los Angeles. Dove sei nata esattamente? Ci dici una cosa che ti identifica come “italiana” e una invece che ti identifichi come “americana”?

Sono nata a Brescia nel 1988, sin da piccola viaggiavo molto ma mi sono trasferita definitivamente a Los Angeles solo dopo aver finito il liceo. Dopo tutti questi anni mi sento americana al 100%; l’unico tratto tipico italiano che mi e’ rimasto e’ il gesticolare smisuratamente quando parlo.

Sara Melotti - Fotografa italo-americana

Sara Melotti – Fotografa italo-americana

Per quanto riguarda la tua produzione fotografica, la cosa che troviamo sorprendente, oltre alla bellezza delle immagini, è la tecnica. Ci hai detto di aver scoperto la fotografia solo nel 2012…ma è un anno fa! Come hai fatto a sviluppare uno sguardo così da professionista? Possiamo dire che il tuo è puro “talento” o hai avuto dei maestri?

A dire il vero ho iniziato a fare foto a fine dicembre 2012, poco piu di sette mesi fa; non avevo mai preso in mano una dslr prima di quel momento ma sono sempre stata affascinata dall’arte della fotografia. Penso che parte della ragione per cui ho un buon occhio sia data dal mio background:

Avendo frequentato un liceo artistico ho sviluppato un occhio allenato per le arti grafiche, e l’essere una ballerina (danza contemporanea) mi ha aiutato a riconoscere linee eleganti nella figura umana, specialmente quella femminile.

Foto di Sara Melotti

Foto di Sara Melotti

Per quanto riguarda la mia tecnica non ho mai avuto maestri veri e propri; ho imparato tutto tramite tutorials su internet e con una grandissima determinazione a raggiungere buoni risultati!

Qual è stato il tuo punto di svolta che ti ha aperto al mondo della fotografia? Quando hai capito che le tue foto potevano essere anche “opere d’arte”?

Sta succedendo tutto cosi in fretta che non saprei dire quale sia stato il punto di svolta. Dal momento in cui ho scattato la mia prima foto l’intenzione era di creare immagini che raccontassero una storia in cui Bellezza e Eleganza fossero protagoniste.

Sara Melotti, Backstage

Nella tua presentazione ci hai detto di prendere spunto per le tue foto da vecchi film, video musicali ed opere d’arte. Ci fai alcuni esempi?

E’ importantissimo tenersi constantemete inspirati, io cerco di aprire la mente il piu possibile e lasciarmi inspirare da tutto cio che mi circonda, e’ difficile fare degli esempi perche’ la lista sarebbe lunghissima, diciamo che le miei influenze maggiori vengon da:

l’eleganza e la femminilita’ delle attrici della “Old Hollywood“, i colori di Tim Burton, I video musicali super grafici di Lady Gaga e il mood retro di quelli di Lana Del Rey, la bellezza oscura pop surrealista delle figure di Mark Ryden e la delicatezza delle donne ritratte in quadri Preraffaelliti.

Richiamo ai video di Lady Gaga, foto di Sara Melotti

Richiamo ai video di Lady Gaga, foto di Sara Melotti

 

Parlaci del tuo rapporto con l’arte. Alcune tue foto sembrano ritrarre delle Ophelia di Ruskin o delle figure molto simili alle donne di Klimt. E’ così?

Ho sempre amato e sempre amero’ l’arte in ogni suo aspetto e forma. Come hai detto tu alcune delle mie foto richiamono Ophelia, l’inspirazione infatti e’ venuta direttamente dalla tragica eroina dell’ Hamlet di Shakespeare. Klimt e’ decisamente uno dei miei artisti preferiti e anche se per ora non mi sono mai inspirata direttamente alle sue opere in futuro mi piacerebbe realizzare un Editorial inspirato dalla sua “Judith and the Head of Holofernes

Ispirato ad Ophelia, foto di Sara Melotti

Ispirato ad Ophelia, foto di Sara Melotti

 

E il tuo rapporto con la moda? I tuoi lavori sono molto spesso dei servizi per delle riviste di moda. Come ti approcci a questo mondo?

Il mondo della moda e’ cosi’ affascinante,non mi stanca mai. Non e’ facile entrare a far parte di questo settore; creare delle belle immagini non e’ abbastanza, e’ molto importante avere “a passion for fashion” e essere constantemente inspirati da cio che si sta fotografando.

Le tue modelle sono sempre bellissime, e gli scenari che scegli per loro donano un tocco artistico alla loro bellezza davvero eccezionale. Ma quanta libertà hai nella scelta dei soggetti e delle location nel realizzare foto per la moda?

La liberta’ creativa dipende dal fatto che si tratti di client work o personal work. Se sto facendo del personal work (tutte le foto che vedete nel mio portfolio sono il frutto di lavoro personale) sono io l’art director e tutti i dettagli sono decisi da me; se lo shoot e’ per dei clienti allora le scelte principali sono dettate da loro, che solitamente richiedono comunque la mia opinione.

Sara Melotti, behind the scene

Sara Melotti, behind the scene

Hai solo 25 anni e hai appena iniziato una carriera favolosa facendo molta strada in poco tempo, quali sono i tuoi progetti ora?

Ho un millione di progetti in mente per il prossimo anno. Oltre a continuare a realizzare Editorials per magazines e produrre personal work (che e’ importantissimo per quello che faccio perche’ ho completa liberta’ creativa e mi permette di mostrare ai clienti quale sia il mio stile), faro’ dei lookbooks per alcuni marchi di moda e probabilmente qualche pubblicita’.

Sara Melotti, autoritratto

Sara Melotti, fotografa

E i sogni nel cassetto?

Vogue!!! Ho appena iniziato questo bellissimo viaggio nel mondo della fotografia e non vedo l’ora di vedere dove mi portera’, Fotografare magnifici Editorials per grandi magazines e campagne pubblicitarie per marchi importanti e’ per ora il sogno piu grande; poi sicuramente mi piacerebbe continuare a viaggiare per il mondo e creare immagini memorabili.

Ed ecco un “self portrait” aristico di Sara Melotti dopo che la giovanissima fotografa italo-americana si è svelata completamente ad OraZero.

Sara Melotti, Autoritratto

Sara Melotti, Autoritratto

Clicca qui per vedere la galleria personale di Sara Melotti su OraZero

o seguila alla sua pagina FaceBook:  https://www.facebook.com/saramelottiphotography

e sul suo sito personale: http://www.saramelotti.com/

 

Intervista di Elisa Da Rin Puppel, 3 Agosto 2013

Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti

One Response to Face to Face con Sara Melotti

  1. andrea 6 agosto 2013 at 12:30

    Ho avuto il grande piacere di conoscere Sara e di averla come insegnante d’inglese.. lei bravissima insegnante e ed io pessimo allievo :) E’ una ragazza fascinosa, entusiasta della vita ed appassionata quando parla di qualsiasi cosa. Non può che vivere una vita stupenda e realizzare i suoi sogni.. se lo merita.

    Rispondi

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.