In memory of an hair stylist: omaggio ad Aldo Coppola

In memory of an hair stylist: omaggio ad Aldo Coppola

Oggi vogliamo rendere omaggio ad un artista della moda e dello stile italiano con uno speciale addio dedicato al famoso hair stylist Aldo Coppola mancato la scorsa settimana.

In molti hanno voluto rendere omaggio all’ hair stylist milanese che ha inventato la tecnica dello shatush, uomo pieno di creatività e di talento. Molti vip italiani lo ricordano per  la sua creatività, per le sue abilità e le sue intuizioni. Anche il mondo della moda lo ricorda con affetto, molti grandi stilisti, come Giorgio Armani che lo ricorda per la sua grande umanità che lo rendeva un grande artista.

Aldo Coppola era un artista, un artista che lavorava teste, migliaia di teste, fra quelle più famose, dalle modelle, alle attrici.

Lui diceva: Pensieri e capelli abitano felicemente vicini ma, occupando lo stesso spazio, capita che si urtino duramente. Per lui tutte le grandi modelle erano intelligenti e rigorose.

La testa che ha amato di piu’ Aldo Coppola? Anouk Aimee.

Aldo Coppola era il re italiano dell’acconciatura, meravigliose e creative acconciature sulle passerelle dei nomi della moda italiana, come Armani, Ferrè, Valentino, Moschino e tanti altri.

Coppola ha dettato tutte le principali mode nelle acconciature. Lui che aveva inventato le “teste spettinate” per liberare le teste dai fronzoli dei tagli scalati. Lui che aveva abolito le tinte chimiche e scelto invece i coloranti naturali. Lui che lavorava per L’Oreal e ha incominciato a realizzare show sulle tendenze moda-acconciature-make up.

Vuoi dare un taglio alla tua vecchia testa ed essere alla moda? Perché non fare un salto in uno degli store di Aldo Coppola! Il primo store è nato in Via Manzoni a Milano, oppure vi è lo splendido atelier all’ottavo piano di Rinascente, e a breve l’apertura di un altro salone, sempre a Milano. Per stare sempre al passo con la moda… perché no, iniziando dalla testa.

Articolo di Jessica Fabiano

Immagine di copertina di Sara Melotti

Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti