Impressioni d’Artista

Impressioni d’Artista

Dietro le opere d’arte di ogni artista vi sono sentimenti, emozioni ed esperienze di vita profondi e nascosti. A volte tali ispirazioni vengono messe su carta dagli artisti stessi, ma rarissime volte essi vengono svelati al pubblico. Nella rubrica Carta&Inchiostro OraZero vi svela alcune di queste “Impressioni d’Artista”.

Il primo artista ad aprire le pagine del proprio taccuino è Maurizio La Rocca. Ecco qui un commento personale alla sua opera “La Verità Nascosta, 2011

La verita nascosta, di Maurizio La Rocca

La verita nascosta, di Maurizio La Rocca

Sono sempre stato attratto dalle emozioni, dalle sensazioni.

Ogni volta che tocco un pennello, una matita, un colore, è la irresistibile irrefrenabile voglia, di tirare fuori qualcosa, qualcosa che non sai descrivere, qualcosa che ha a che fare con la tua vita, qualcosa che ha segnato una parte o un periodo della tua vita. Bello o brutto che sia.

Può riferirsi, ad un amore, ad una circostanza, ad un determinato fatto,comunque sia, è qualcosa, che nella maniera razionale che tutti noi conosciamo, non è possibile descriverla.

Per ciò che mi riguarda, a differenza di altri surrealisti, le mie immagini possono essere considerate positive, un narratore di sogno, di sensazioni interiori.

La pittura sembra autonoma da qualsiasi schema ma in realtà essa è calibrata e rigorosa. Forse la fantasia sfrenata e il gioco che traspare e che ne deriva, sono l’equivalente delle ”necessità” che si ritrovano e che si materializzano come per magia.

E’ vero a volte le immagini non hanno nulla a che vedere nella realtà, perché in effetti essa viene volutamente deformata, sottraendo così l’oggetto dalla sua identità e collocazione consueta, per trasformarlo in materia ossessiva. Quando ho dipinto questo quadro, ero in un momento particolare della mia vita, in esso sono “racchiuse” tutte le sensazioni,tutte le emozioni, tutti gli errori tutte le cose che non riuscivo a dire, ma era più facile imprimerle per sempre con una matita.

Il volto è volutamente inesistente, privo di qualsiasi fisionomia, proprio per descrivere la “rivelazione” di una persona che ho amato ma che non conosci o che non hai mai veramente conosciuto.

I capelli sono l’unica cosa molto definita, proprio a fissarne l’emozione e la bellezza che mi suscitava. Il cavallo, rappresenta il dubbio, il “dubbio” di un inizio o di una fine.La lente di ingrandimento, con l’occhio della morte è “l’errore” e la pianta che comincia a ramificarsi, è riferita alla totale incontrollabilità dell’errore stesso.

La stola di colore rosso ossessivo,si riferisce al “tempo”, agli anni,passati, e il rosso descrive la sensazione di una continuità senza sfumature, senza differenze,quasi a significarne l’inspiegabilità.Il corpo naturalmente perchè è una donna.

Lo sfondo,vuole invece descrivere la sensazione di luce e buio. quasi come un tunnelPuò sembrare una pittura illusionistica, fondata su un’intensa concentrazione di immagini legate ad ossessionie forse lo è.

Ma quello che veramente importa è che fa emergere l’inconscio, secondo quel principio dell’automatismo psichico.

 di Maurizio La Rocca

Per vedere la galleria personale di Maurizio La Rocca su OraZero clicca qui

Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti

One Response to Impressioni d’Artista

  1. Pingback: Impressioni d’Artista III – di Maurizio La Rocca | OraZero

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.