Il Museo del Duomo riapre a Milano: simbolo d’arte e storia della città

Il Museo del Duomo riapre a Milano: simbolo d’arte e storia della città

Giovedi 7 novembre apre al pubblico il Museo del Duomo.

Dopo otto anni e un investimento da 12 milioni di euro, è arrivato il giorno che i milanesi e non solo aspettavano da tempo.

Duemila metri quadrati di spazio espositivo, ventisette sale, tredici aree tematiche, oltre duecento sculture e più di settecento modelli in gesso, e poi pitture, vetrate, arazzi e modelli architettonici che spaziano dal XV secolo alla contemporaneità.

Nato nel 1953 il Museo aveva sempre avuto la vocazione di “valorizzare tutto il materiale legato alla storia e costruzione della Cattedrale, nonché dal desiderio di raccontare la storia del simbolo di Milano attraverso le sue collezioni”.

Oltre alle 54 opere costituenti il Tesoro della Cattedrale, il nuovo Museo ha la sua principale novità nell’apertura pubblica dell’Archivio della Veneranda Fabbrica, dichiarato lo scorso anno di “interesse storico particolare” da parte del ministero dei Beni culturali.

museo del duomo

museo del duomo

L’inaugurazione è avvenuta lunedì 4 novembre con la visita riservata in anteprima alla stampa, in concomitanza con l’anniversario della morte di San Carlo Borromeo, il rituale taglio del nastro ha inaugurato il nuovo Museo del Duomo a Palazzo Reale.

Presenti alla cerimonia il primo cittadino, Giuliano Pisapia, la vicesindaco Ada Lucia De Cesaris, l’arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola, e il commissario unico di Expo 2015, Giuseppe Sala e il governatore della Lombardia, Roberto Maroni, e anche comuni cittadini affezionati alla Cattedrale-simbolo: una folla di milanesi, incuranti della pioggia, si è assiepata davanti all’ingresso della mostra per salutare l’apertura della sede che raccoglie un patrimonio storico-culturale di sei secoli, ma con testimonianze risalenti indietro di un millennio.

La serata è culminata alle 21.30 in Cattedrale con una presentazione audio-video – “History that made History – Il segno di Costantino a 1700 anni dall’Editto di Milano”.

Giovedì  7 novembre sarà il giorno della grande apertura al pubblico, tutti i giorni da martedì a domenica, con orario prolungato giovedì e sabato fino alle 10 di sera. Il costo per biglietto intero è 6 euro.

Articolo di Lorenzo Chiaro

Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.