Il Miele Thun: nobile protagonista della Cucina Italiana

Il Miele Thun: nobile protagonista della Cucina Italiana

Lo scorso 27 febbraio OraZero ha partecipato alla gustosa cena a base di Mieli Thun proposta da Andrea Paternoster in collaborazione con lo chef Davide Negri presso la Scuola di Cucina Italiana di Milano. Eccone una golosa review:

“E se anche fare due volte lo stesso sogno è impossibile,

io mi ricorderò del nostro.

Per sempre”

Maxence Fermine – “L’Apicoltore”

Andrea Paternoster - ideatore dei Mieli Thun

Andrea Paternoster – ideatore dei Mieli Thun

Il Miele Thun: nobile protagonista della Cucina Italiana

I prodotti Mieli Thun nascono da un sogno: l’idea di portare il miele come un prodotto nobile nella cucina italiana.

“Il miele è un sole, per fare un buon sole ci vuole tempo” (Maxence Fermine – “L’Apicoltore”)

Andrea Paternoster ci introduce con questa sua massima alla cena a base di Miele Thun, preparata dalle abili mani dello chef Davide Negri. La grande sfida che Andrea intraprese nei primi anni novanta in trenitno, mira a rivalutare ciascuna varietà di miele, comunemente pensato come ingrediente secondario nelle case degli italiani, esaltandolo nella sua complessità, aromaticità ed unicità. L’obiettivo di Andrea è quello di inserire il miele alla base sia della cucina, sia tradizionale che innovativa.

Un fiore per ogni ape, un ape per ogni miele

L’ape fa un vero e proprio atto di fedeltà verso il proprio fiore, infatti, dopo essersi innamorata del profumo e del colore, lo impollina dando inizio così ad un’effusione amorosa che darà la luce ad un prodotto dolce e prestigioso: il miele.

Andrea Paternoster e Davide Negri

Andrea Paternoster e Davide Negri

L’erotismo è mettere il miele nella salsa di pomodoro. Pornografia è metterci dello zucchero. A.Paternoster

L’obiettivo di Andrea Paternoster è quello di stimolare la curiosità in cucina, la voglia di sperimentare ricette e abbinamenti sempre nuovi. Un’idea? L’aceto di miele.

Un dolce ossimoro: l’aceto di miele

Dai due capisaldi del miele italiano, il miele al rosmarino e la melata d’abete, nasce un prodotto innovativo e azzardato: l’aceto di miele, un connubio tra dolce e acido dagli sposalizi culinari più insoliti.

L’idea nasce da un gruppo di amici, detti gli “Amici Acidi”, i quali hanno dato vita ad un progetto di am0re e passione per un prodotto e un ideale: far conoscere l’aceto e la sua storia.

Cinque Amici, Tre Regole

I cinque amici sono 5 persone d’eccellenza nel campo della gastronomia: Andreas Widmann (BARON WIDMANN), Joko Sirk (SIRK DELLA SUBIDA), Andrea Paternoster (MIELI THUN), Andrea Bezzecchi (ACETAIA SAN GIACOMO) e Mario Pojer (POJER&SANDRI)

Le tre regole sono semplici:

1. Avere una buona materia prima

2. Avere tempo, senza ridurlo con forzature meccaniche

3. Rispettare la giusta temperatura per non alterare i profumi e gli aromi

L’abbinamento preferito di Andrea Paternoster con l’aceto di melata d’abete? Sul gazpacho floreale!

Mastica e sputa da una parte il miele, dall’altra la cera

“Le cose belle nella vita vanno assaggiate assieme, non da soli”.

E’ con questa frase che Andrea conclude la cena a tema e ci invita ad aspettare che venga servito a ciascuno di noi un pezzettino di miele di favo per mangiarlo assieme…e goderne appieno il gusto, in silenzio, ascoltando le note di “Ho visto Nina volare” di Fabrizio De Andrè.

Davide Negri ed Elisa Da Rin Puppel

Davide Negri ed Elisa Da Rin Puppel

Il menù di Davide Negri in collaborazione con Andrea Paternoster:

- Insalata tiepida di gamberi e carciofi con maionese al miele d’arancio (vino abbinato: Ficilinio 2013  - Inzolia e Viognier)

- Risotto pere e gorgonzola al miele (vino abbinato:  Ginolfo 2011 – Viognier)

- Filetto di maialino glassato con riduzione di aceto di melata d’abete con verdure piccanti (vino abbinato: Cembali 2007)

- Strudel di mele con gelato al miele di melo croccante (vino abbinato: Ra’is 2010 – Moscato di Noto)

- Vini: Rosé Couvage Brut – la Baglio di Pianetto

Gamberi con maionese di miele d'arancio e carciofi

Due parole sui vini: Stefano Ricagno ci propone un’esclusivo bollicine Rosé Couvage Brut a uvaggio 100% Nebbiolo. Dalla spumantizzazione del Nebbiolo, le stesse uve che generano il rinomato Barolo, nasce questo vino, il quale subisce una prima fermentazione alcolica a bassissima temperatura e lunga 4 settimane per mantenere i delicati aromi del Nebbiolo e dimora 18 mesi sui lieviti secondo il metodo classico cuvage…unico, ottimo per inaugurare prelibate cene come questa.

Alberto Berini invece ci propone dei vini fermi Baglio di Pianetto, nati dal sogno del conte Paolo Marzotto, il quale ha voluto esaltare il terroir della Sicilia donandoci un’intensità meravigliosa…i vini proposti hanno esaltato perfettamente i sapori dei primi e secondi piatti di Davide Negri abbinati ai mieli Thun.

Ringraziamo ancora Andrea per la favolosa serata, ricca di gusto ed emozioni!

Per info sulla Scuola di cucina Italiana: http://www.scuolacucinaitaliana.com/
Scopri tutti i mieli Thun nel sito ufficiale: http://www.mielithun.it/sito/index.php
Parole di Elisa Da Rin Puppel
Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti