Il Bollitore alla Flair Academy di Milano

Il Bollitore alla Flair Academy di Milano

Il Bollitore ospite dalla Flair Academy di Milano per introdurre al mondo del tè i giovani allievi barmen. A cura di Mia Terri, bartender del locale Opera 33, ed Elisa e Giovanna, esperte sul tè per il Bollitore. Ecco in breve cosa è successo:

dove e quando?

Durante la mattinata di giovedì 19 marzo Mia Terri, alias Terri speziologa @Opera 33 di Milano, alchimista ed esperta in mixology, ha gentilmente ospitato Elisa Da Rin Puppel e Giovanna Donadel durante una delle sue lezioni di Master per bartenders presso la Flair Academy di Milano.

Il Bollitore alla Flair Academy di Miano

L’intento era di introdurre gli aspiranti allievi al mondo del tè, scoprendone segreti e tecniche di preparazione, per poi sperimentare i diversi utilizzi delle foglie in cocktail nuovi ed originali.

Mia Terri ha lasciato la parola a Elisa e Giovanna che, sulla scia dei loro teatime (cliccate qui se siete curiosi di sapere di che cosa si tratta), hanno spiegato le origini delle varie famiglie di tè, facendoli assaggiare ai presenti e stupendoli con aromi mai immaginati!

Il Bollitore, Elisa Da Rin Puppel

Cosa avete assaggiato?

Abbiamo cominciato con un bianco, il meno lavorato dei tè, per continuare con tè verdi di diverse provenienze, scoprire wulong a diverso grado di ossidazione e concludere con un corposo tè nero.

Il Bollitore alla Flair Academy di Miano

Possiamo provare anche noi?

Impossibile assaggiarli tutti in 3 ore di lezione! Ecco però alcuni accorgimenti per provare a cimentarvi in una vera degustazione di tè.

Cosa ci serve per preparare un buon tè?

Vi servono 3 elementi essenziali:

- Acqua che non presenti retrogusti estranei o un residuo fisso troppo elevato.

- Un termometro per misurarne la temperatura.

- Una clessidra (o timer)

- Set ISO

Come abbiamo già spiegato in un precedente articolo (clicca qui per leggerlo), l’acqua, il calore sono fattori fondamentali alla riuscita di una buona infusione.

Il Bollitore alla Flair Academy di Miano

Che tè ci consigliate di assaggiare?

Per iniziare a conoscere il tè bianco vi suggeriamo un Himalaya Shangrila oppure il classico Pai Mu Tan cinese

Dosi: 4 gr per 300 ml di acqua

Temperatura dell’acqua: 75 gradi

Tempo di infusione: 6 minuti

Sentori: I sentori che percepirete saranno quelli del fieno e fiori bianchi a foglia asciutta, per poi cogliere le note della verdura bollita e della pesca matura una volta infuse le foglie

 Tè bianco Pai Mu Tan

Per il tè verde, consigliamo di iniziare con un tè cinese d’eccellenza: il Long Jing, il quale si caratterizza per la sua foglia piatta

 

Dosi: 4 gr per 300 ml di acqua

Temperatura dell’acqua: 80 gradi

Tempo di infusione: 3 minuti

Sentori: la nota caratteristica di questo tè è quella della castagna bollita

Tè verde Lung Ching

Il secondo tè verde che vi suggeriamo è giapponese. Lo Shincha, letteralmente “nuovo tè”, è ottenuto dal primissimo raccolto di primavera, dopo la quiscenza invernale della pianta. Molto apprezzati quelli provenienti dal Kyushu, nel sud del paese.

Dosi: 4 gr per 300 ml di acqua

Temperatura dell’acqua: 70 gradi

Tempo di infusione: 2 minuti

Sentori: le note di questo tè sono fortemente vegetali, si percepisce chiaramente lo spinacio bollito e il caratteristico gusto umami (altrimenti detto “quinto gusto”, tipico della cucina giapponese)

tè verde giapponese Shincha

Per i tè wulong, cioè semi ossidati, vi consigliamo di inizare con uno a bassa ossidazione, come ad esempio il Jade wulong, caratteristico per le sue grandi foglie arrotolate fino a formare delle perle irregolari

Dosi: 2-3 gr per 300 ml di acqua

Temperatura dell’acqua: 85 gradi

Tempo di infusione: 4-5 minuti

Sentori: la note di questo tè sono fiorite, ricordano il miele e i fiori bianchi.

Jade Wulong

 

Potete poi proseguire con un wulong ad alta ossidazione, come l’wulong Phoenix

Dosi: 4 gr per 300 ml di acqua

Temperatura dell’acqua: 85 – 90 gradi

Tempo di infusione: 4-5 minuti

Sentori: le grandi foglie marroni-rossastre di questo tè prima dell’infusione richiamano la frutta secca, per poi far emergere, una volta in infusione, un ventaglio di frutti esotici come la papaya e il mango.

Oolong Phoenix

Finiamo poi con un classico frai i tè neri: l’ Assam (India), corposo e vellutato.

Dosi: 4 gr per 300 ml di acqua

Temperatura dell’acqua: 90 gradi

Tempo di infusione: 4 minuti

Sentori: forte e deciso, lascia percepire chiaramente note di cuoio e il profumo forte del legno stagionato. In bocca ricorda la fava di cacao e un intenso miele di castagno (questo solo per i migliori tè di Assam a foglia intera!).

Tè nero Assam

 

Non ci resta che augurarvi un buon teatime  e chiedere a tutti i barmen di mandarci le ricette dei loro cocktails con il tè!

Un grazie speciale alla Flair Academy per averci ospitati e alla meravigliosa Mia Terri!

Per maggiori info seguiteci su Facebook #OraZero #IlBollitore e sul blog dedicato al tè http://ilbollitore-blog.tumblr.com/

 

Parole di Elisa Da Rin Puppel

Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti