Dolci Fantasie: Pop Muffins, un viaggio attraverso i 5 sensi

Dolci Fantasie: Pop Muffins, un viaggio attraverso i 5 sensi

Durante questo fine settimana, 9 e 10 novembre a Pisa, si svolgerà il Dolcemente Festival, protagonista indiscusso per quanto riguarda l’abbinamento Arte e Cibo è l’artista Luca Scopetti. Ma che cosa accadrà veramente? Scopriamolo nell’intervista inedita all’ideatore del live painting “Dolci Fantasie”.

Come ti è venuta quest’idea di live painting?

L’idea dei live painting a tema, se così li vogliamo chiamare, è nata diversi anni fa cercando un’idea che fosse di impatto ma che allo stesso tempo avesse attinenza alla manifestazione che di volta in volta ci ospita. Nel caso di Dolci Fantasie il passo è stato breve:

Dolcemente è una grande manifestazione interamente basata sulla pasticceria e ci serviva un’idea vincente che attirasse il pubblico e che lo tenesse incollato agli artisti per tutta la durata della performance: che sapore avrebbero avuto quei pasticcini giganti, alla fine della serata?

Dolcifantasie

Nell’invito all’evento parlavi di colori farinosi e pennelli burrosi, spiegaci questo mescolanza tra arte e cibo, spigaci questo concetto.

Un opera d’arte è un po’ come fare un dolce: mescoli, impasti, attendi ma, soprattutto, l’arte si mangia con gli occhi! È po’ come un viaggio alla scoperta dei cinque sensi: la vista e le illusioni ottiche dei mondi surreali creati dagli artisti, le meraviglie e gli inganni del gusto di un peccaminoso dolce, l’olfatto con mille strani profumi tra vernici e zucchero, il tatto perché i muffin sono, in un certo senso, anche delle sculture… mancherebbe l’udito ma ci stiamo lavorando!!

Perché hai scelto come soggetto culinario il Muffin? Per qual motivo lo identifichi come emblema del cibo POP oggi?

I motivi sono molteplici. Ci sono motivi di natura tecnica: è indispensabile una forma molto riconoscibile dal pubblico, per tutta la durata della performance, sia quando le sagome saranno ancora tutte bianche, sia quando saranno poi dipinte, perché gli artisti non coloreranno il muffin per farlo sembrare tale, ma generalmente sono liberi di esprimere la loro arte, nel loro stile senza vincoli. E inoltre è necessario che sia semplice fare il taglio, dato che sono realizzati interamente a mano. Il muffin offre, poi, una grande superficie da dipingere a differenza di altri soggetti. Nei miei live painting gli artisti sono sempre chiamati a realizzare le loro opere su grandi supporti in modo che siano sempre ben visibili dal pubblico anche standoci davanti durante il lavoro. Inoltre credo davvero che il muffin sia un cibo POP: niente di più commerciale e consumistico della cultura americana che si sta insinuando nelle nostre abitudini.

Dolcifantasie

Quando è stata la prima volta che hai sperimentato questa performance?

Dolci Fantasie è stato uno dei primi live painting che ho curato, tre anni fa, ed è un piacere tornare a ripresentarlo ancora nella zuccherosissima cornice di Dolcemente.

Come hanno reagito gli artisti? E il pubblico?

Entrambi molto entusasti. Qui ci sarebbe tanto da dire. Il pubblico, di fronte a questo tipo di performance, è sempre molto incuriosito. Interagisce molto con l’artista, e da questo sono nate in questi anni moltissime opportunità di lavoro per loro, che è un po’ anche la mia ”mission”: fare incontrare l’artista e il futuro acquirente. Gli artisti, di conseguenza, sono entusiasti e riceviamo sempre moltissime richieste per partecipare a questo tipo di eventi.

Dolcifantasie

Pensi che l’abbinamento cibo e arte sia la carta vincente per avvicinare gli spettatori ad un modo di concepire l’arte nuovo e coinvolgente?

Senza dubbio, io, in prima persona, sono l’artefice del connubio arte-cibo! Ma in realtà è solo un caso che il live painting sia dedicato ai dolci Però personalmente la cosa mi incuriosice ancor di più… il dolce è già un’opera artistica al quale viene aggiunto un ulteriore valore. Secondo me è una cosa esponenziale!!!! È come fare un muffin al
quadrato!

Ti piacerebbe proporre lo stesso art show in altre città d’Italia? Hai già pensato ad un soggetto diverso? Che ne dici dei Macaroons?

Mi tenti! I macarons sono uno dei miei dolci preferiti, e sarebbe una bellissima idea… chissà…parliamone! In passato sono stati fatti altri live painting con soggetti diversi, non riguardanti i dolci… tanto per nominarne qualcuno: il Giardino Artistico, la nostra punta di diamante, che vede sbocciare 60 margherite alte circa due metri ogni primavera, sempre qui a Pisa e sempre grazie all’Ass. Casa della Città Leopolda. Ma abbiamo affrontato tanti temi in questi anni: vinili, pinup, tattoo, Marilyn, gatti, vino, danza e chi più ne ha più ne metta!!

Ah, una cosa che non ti ho detto è che quando mangio un muffin penso sempre ad un’icona rock per me da sempre fonte di ispirazione, Frank Zappa:

“Some people . . . some people like cupcakes exclusively, While I myself say there is naughl nor ought there be Nothing so exalted on the faceof God’s grey earth As that prince of foods . . . The Muffin!”

che traducendo significa:

Alcune persone… alcune persone amano esclusivamente i cupcakes, mentre io dico che non c’è né ci dovrebbe essere nulla di così esaltante sulla faccia della Terra come il principe dei cibi… il Muffin!!”

Ecco anche l’udito!!

Meraviglioso questo viaggio attraverso l’arte, il gusto e i 5 sensi! Grazie a Luca Scopetti per le sue parole, idee e iniziative…e in bocca al lupo per questo fine settimana, tanto divertimento e creatività!

Più info: http://www.dolcementepisa.it/

Segui tutti gli aggiornamenti su FaceBookhttps://www.facebook.com/dolcifantasiearte

Ecco una galleria di immagini dell’evento Dolci Fantasie 2010 by Luca Scopetti:

 

Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti

Scrivi un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.