Comfort food: Caffè & Latte per un autunno di coccole

Comfort food: Caffè & Latte per un autunno di coccole

Oggi OraZero vi presenta una ricetta semplice ma sfiziosa: Caffè&Latte per coccolarsi in questo autunno inoltrato. Alessandra Rovetta, tea lover e seguace di Il Bollitore, ci propone un’alternativa al tè, per speriementare e lasciarsi sorprendere.

We write to taste life twice, in the moment, and in retrospection” (Anaїs Nin).

Ovvero “l’autunno,prima di cominciare nelle cose, inizia dentro di noi” (Fernando Pessoa).

Comfort food, ovvero una tazza di caffè&latte ad un’ora ambigua della giornata, che se mi fosse stato chiesto di associarlo ad un pasto o di collocarlo all’ora più adatta, sarei ancora lì, indecisa, con la mia etichetta in mano, anzi due: tardo pranzo o merenda di metà pomeriggio anticipata? Sorsi ancora bollenti assaporati meticolosamente, da inebriarsi di calore, e che diventano ora la replica di un viaggio dei sensi a tutti gli effetti, breve ma intenso, accendendo la miccia di ricordi a random, mentre la mente orchestrava al meglio, con senso e cura, questo approccio sensoriale.

Mi chiedo: “merito di una sorta di potere attribuibile al caffè o la curiosità di sperimentare qualcosa di nuovo e diverso dalle proprie abitudini quotidiane?”

Io, che più un’etichetta ho tatuato in fronte “tea addicted”, credo per lo più nel potere della novità, ovvero nel (mio) motto esultato a gran voce “prova qualcosa di nuovo ogni giorno”.  E se vuoi annotare sul tuo quaderno-agenda-blocco-estensionedellatuamente un’ulteriore esperienza (e vuoi mettere la soddisfazione di una spunta √ in una sorta di to-do/wish-list improvvisata? ) è necessario un pochino attrezzarsi.

Ebbene sono questi i giorni post Halloween, e per quanto ne siamo stati attratti o disinteressati, ha scatenato la curiosità e il desiderio di riabbracciare i sapori tipici autunnali, puntuali ogni anno sulle nostre tavole ma che,  ahimè, durano solo il tempo di una foglia che volteggia nell’aria prima di terminare il suo twirling a terra.

Sarà che l’autunno è la stagione che preferisco in assoluto e vorrei durasse di più o, semplicemente, questa preferenza mi conduce ad una percezione molto più intensa e in modo nettamente differente dalle altre; una stagione che io preferisco innegabilmente fra tutte, anche per la varietà e l’originalità dei suoi colori e frutti, fichi, castagne, e zucche comprese. E quando mi sono imbattuta in questa ricetta dall’indole spudoratamente americana, declinata sicuramente anche in versione Starbucks-iana, mi son detta, perché no?

Più che una ricetta direi semplici accorgimenti per rendere più ricca e gustosa la tazza di latte mattutina, per chi la colazione preferisce gustarsela a casa, o semplicemente per dare un twist alle merende indoor.

Oggi OraZero vi presenta una ricetta semplice ma sfiziosa: Caffè&Latte per coccolarsi in questo autunno inoltrato. Alessandra Rovetta, tea lover e seguace di Il Bollitore, ci propone oggi un'alternativa al tè, per speriementare e lasciarsi sorprendere.

Come preparare questa ricetta?

Ingredienti: caffè (per una moka da 2 persone), 250ml latte, 1 tbsp di zucca, 1 tbsp zucchero, 1 tbsp burbon, panna montata, cannella.

  • Preparare una piccola moka (da 1 / 2 persone) e mentre il suo aroma pian piano invaderà la cucina, riempire un pentolino capiente con 250 ml di latte e aggiungere 1 tbsp di zucca precedente lessata e passata al mixer e 1 tbsp di zucchero.
  • Riscaldare e mescolare finché il latte sarà bello caldo ma senza portarlo ad ebollizione. Spegnere il fuoco e aggiungere 1 tbsp di estratto di vaniglia e un ¼ tsp di cannella.
  • Sbattere il liquido con una frusta fino a rendere il composto schiumoso come quando si sbattono le uova per renderle poi più fluffy a fine cottura.
  • Riempire la tazza con il caffè e successivamente aggiungere il latte; opzionale ma raccomandata l’aggiunta di un 1 tbsp di bourbon. Guarnire infine con della panna montata e spolverare con della cannella per un effetto più scenografico.

Le dosi di caffè e latte sono indicative, da distribuire a seconda delle proprie preferenze. Nulla vieta di sostituire il latte con quello di soya o di mandorla, o lo zucchero bianco con quello di canna, o ancora, cannella in bastoncini piuttosto di quella già in polvere. La mia versione esclude gli ultimi due ingredienti per esigenze personali ma vi assicuro che il gusto è comunque notevole. E, sottolineo che, per una non amante del caffè come me, l’ho apprezzato in questa nuova versione, meno amara e più docile al palato.

E allora, quando anche l’ultima zucca avrà salutato la nostra dispensa, il  vostro coffe&milk potrà essere perpetuato a oltranza: Mr. Pumpkin sarà ben lieto di cedere la propria essenza a Mr. Twirl: perché se non saranno più le foglie a volteggiare, saranno i fiocchi di neve a incorniciare i nostri cieli, le nostre strade. E di un caldo abbraccio continueremo ad averne bisogno.

Post di Alessandra Rovetta

Immagine di copertina by Sara Melotti (guarda la galleria dell’artista qui)

Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti