Carbonara al tè affumicato e sentori di Cornovaglia

Carbonara al tè affumicato e sentori di Cornovaglia

Come conferire un tocco di poesia ad una Carbonara? Ce lo svela Alessandra Rovetta, collaboratrice per Il Bollitore, la quale si è ispirata alla Cornovaglia e ai sentori affumicati del tè nero Lapsang Souchong per la sua pasta.

Cornwall is very primeval: great, black, jutting cliffs and rocks, like the original darkness, and a pale sea breaking in, like dawn. It is like the beginning of the world, wonderful…” (D. H. Lawrence, Letter 1916).

Svegliarsi e sbirciare fuori dalla finestra, come se all’affacciarsi incerto e di soppiatto si fosse dato il potere di cambiare improvvisamente e per magia le condizioni meteo non confortanti. Un cielo gloomy borbottava pioggia che, col passare mesto delle ore, ha compiuto la sua annunciata discesa sulla terra.Ma basta cogliere una sfumatura di grigio e un sentore di affumicato per elevare il giorno a qualcosa di più solare e colorato. E sapori inaspettati.

E se dalla mia finestra non si intravedeva, neppure in lontananza, la magnifica costa della Cornovaglia con le sue atmosfere da versi struggenti, i suoi antichi villaggi di pescatori e i gorgoglianti ruscelli che ricamano la lussureggiante brughiera, il profumo intenso di affumicato invadeva la cucina e l’immaginazione mi ha teletrasportato nell’altrove a me caro e sognato.

… il potere di una carbonara alternativa e soprattutto dell’immancabile compagno di avventure: il tè!

 carbonara al tè affumicato by ALessandra Rovetta

***

 

Carbonara con sgombro affumicato – Ingredienti per 4 persone:

-         320 gr di pasta

-         1 cipolla rossa

-         – un zucchina grande

-         2 rametti di rosmarino

-         130 gr di sgombro (naturale o affumicato)

-         olio extra vergine d’oliva

-         2 uova grandi

-         100 ml di latte parzialmente scremato

-         40 gr di Parmigiano Reggiano

-         1 limone (facoltativo)

 

How to do it:

  1. Riempite una pentola con abbondante acqua aggiungendo una bustina di tè Lapsang Souchong che conferirà al piatto un delicato sapore fumé (io l’ho utilizzato come valida alternativa allo sgombro affumicato, che non ho trovato se non al naturale). Portate ad ebollizione l’acqua, rimuovete la bustina, salate e immergete la pasta attenendovi ai tempi di cottura indicati sulla confezione.
  2. Nel frattempo affettate finemente la cipolla e tagliate la zucchina a metà per tutta la sua lunghezza eliminando la parte morbida superiore. Tagliate ulteriormente ciascuna metà in striscioline di circa 1 cm di spessore e successivamente in piccole pezzi la cui forma e misura ricordi quelle delle penne. Pulite il pesce (la rimozione della pelle è facoltativa mentre assicuratevi di aver rimosso tutte le spine) e fatelo a tocchetti di circa 1 cm di spessore.
  3. In una padella antiaderente scaldate l’olio extra vergine d’oliva, aggiungete le cipolle e le zucchine cospargendo il tutto on un pizzico di sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco medio. Dopo 5 minuti aggiungete lo sgombro e il rosmarino (ho immerso i rametti nell’acqua della pasta per una manciata di secondi: il suo profumo si sprigionerà meglio nel tegame durante la cottura con le verdure e il pesce). Cuocete per ulteriori 5 minuti e fino a quando il tutto assumerà un aspetto dorato, ricordandovi di mescolare di tanto in tanto, aggiungendo eventualmente qualche cucchiaio di acqua di cottura per evitare che il composto si attacchi.
  4. In una ciotola sbattete le uova e il latte, grattuggiate poi il formaggio e amalgamate.
  5. Quando la pasta sarà pronta, scolatela e mettetela in padella con le verdure e il pesce ricordandovi di conservare un bicchiere scarso di acqua di cottura. Rimuovete il tegame dal fuoco, mescolate e aggiungete l’acqua conservata per abbassare la temperatura (questo è molto importante perché se aggiungete le uova quando la padella è ancora molto calda, il calore le trasformerà in uova strapazzate…). Aggiungete il composto di uova, fate saltare la pasta, mescolare finché si sia ben amalgamata con gli ingredienti.
  6. Impiattate  e servite con una grattuggiata extra di Parmigiano, un pizzico di pepe, una spolverata di scorza di limone e, se vi piace, anche qualche goccia spremuta

Parole e foto di Alessandra Rovetta

Immagine di copertina di Vincenzo Senatore

Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti