Artigianalità &Design -Essere Altrove a Venezia

Artigianalità &Design -Essere Altrove a Venezia

Altrove è un marchio di abbigliamento attivo da quattro anni, nato dall’incontro di due giovani designers Miriam Nonino e Alessandra Milan, che, innamorate di Venezia e della sua unicità, hanno deciso di aprire nel sestiere di San Polo il loro punto vendita/ laboratorio.

Miriam Nonino muove i primi passi come grafica lavorando per Fabrica dell’azienda Benetton, quando decide di unire la sua passione per la modellistica allo spirito organizzativo di Alessandra, laureata in storia dell’arte con vaste esperienze nel mondo del retail di oggettistica.

Habito- Laia Abril

Habito- Laia Abril

Il loro sguardo sul design della moda ha un’impostazione prettamente industriale, fatta di linee e geometrie create su cartamodelli e portati direttamente alla luce tramite tecniche artigianali; l’intento è quello di accorciare il più possibile la filiera di produzione, così da  garantire un prodotto autentico.

I capi del loro showroom hanno come punti di riferimento l’essenzialità monocolore e il taglio vivo, diventato il cardine della loro proposta; sono soprattutto degli abiti in movimento, a volte senza un verso prestabilito, adattabili al corpo di chi li veste e al singolo gusto personale.

La decisione di utilizzare due sole misure allontana la loro produzione da quella commerciale e in serie, rendendo dignità al singolo capo, destinato a rimanere nel guardaroba della clientela per molto tempo.

Alfonso Papa-  Volumi

Alfonso Papa- Volumi

Originariamente le loro creazioni vengono esposte in alcune gallerie d’arte (a Venezia la prima mostra è avvenuta alla Galleria A+A) fino a raggiungere visibilità in uno spazio espositivo a Riga, in Lettonia; oggi sono venduti in più attività commerciali, principalmente nel Nordest Italia.

Il loro lavoro di promozione acquista interesse grazie alla collaborazione con artisti, musicisti, fotografi locali e non, che collaborano con la loro esperienza alla presentazione delle collezioni e degli eventi collaterali, visibili alla clientela anche attraverso il web e il portale vendita online.

Il fatto che la maggior parte degli abiti siano prodotti ogni sei mesi permette un contatto più ravvicinato con il pubblico ma allo stesso tempo rappresenta un distacco dal sistema stagionale dell’alta moda.

I tessuti utilizzati sono quelli che si prestano adun maggior volume e alle lavorazioni a mano come cotone e mussola, lana cotta, vergine e cachemire d’inverno.

L’approccio architettonico alla confezione dei capi  racchiude una visione più spaziale rispetto alle tradizionali creazioni stilistiche, adatte ad un pubblico che percepisca il tutto come un’armonia di insieme, dove gli indumenti possono essere usati  in versioni che di solito non si riescono ad immaginare.

Altrove_Yonder-Collection-W01 Davide Ambroggio

Altrove_Yonder-Collection-W01 Davide Ambroggio

Articolo di Simone Baggio

Immagine di copertina: No matter what they say- Davide Lantermoz

 Per entrare nel mondo di  Altrovewww.iosonoaltrove.com/ita/

Condividi Articolo:

Scrivi un commento

commenti